Archivi del mese: novembre 2010

Sim City

Sim City è un gioco di simulazione, del genere comunemente denominato gestionale, che dalla sua uscita nella prima versione all’attuale con adattamento all’iphone ha riscosso un successo straordinario in tutto il mondo, arrivando addirittura ad essere dichiarato uno dei dieci videogiochi più importanti del mondo da Henry Lowood della Stanford University nel marzo 2007.

Straordinaria la somiglianza con il celebre gioco della mappa di Pechino creata da Baidu, il principale motore di ricerca cinese.

La mappa della capitale della Repubblica Popolare Cinese è chiara, di semplice utilizzo e con una buona pulizia grafica, offre interattività ed informazioni aggiuntive cliccando sugli edifici rappresentati.

A mio avviso, di grande potenzialità sia per adattamenti informativi in chiave di giornalismo [iper]locale che, altrettanto, di promozione del commercio potrebbe rappresentare un primo mash up, una fusione tra videogioco e informazione.

I videogiochi stanno entrando sempre più nelle nostre vite ed in Asia le animazioni sono un modello di successo all’interno dell’informazione, segnare il passo anche da questo punto di vista, non avere il coraggio di osare potrebbe rappresentare l’ennesima arretratezza culturale e di business model.

Lascia un commento

Archiviato in Comunicazione, Nuovi Prodotti Editoriali, Scenari Editoriali

Batman, Robin & Wonderwoman

Tra i documenti diffusi da Wikileaks spuntano alcune considerazioni sulla relazione tra il Presidente Russo ed il Primo Ministro della Russia che, secondo quanto riportato, vedrebbero Medved, ufficialmente il “senior partner”, giocare il ruolo di Robin rispetto a Putin che invece impersonificherebbe Batman.

Per quanto riguarda la nostra nazione, ad ora, pare che il Presidente del Consiglio in carica venga visto dall’incaricato agli affari dell’ambasciata USA di Roma come incapace, vanitoso e inefficace come moderno leader europeo; ruolo che eserciterebbe in qualità di portavoce in Europa degli interessi di Putin.

Se Putin è il maschio alfa, pare dunque che a Berlusconi non resti che giocare ad essere Wonderwoman, potrebbe essere un’idea per il prossimo dei suoi “wild parties”.

4 commenti

Archiviato in Comunicazione, Passaggi & Paesaggi

Definizione delle Professionalità Richieste nei Media Sociali

Ho, abbiamo, raccolto l’invito arrivato da più parti di procedere alla traduzione dell’infografica originale relativamente alla terminologia dei mestieri web 2.0.

Abituati ad usare le definizioni, l’idioma anglosassone, anche se probabilmente alcune descrizioni delle posizioni potranno sembrare anomale, il lavoro di traduzione mi ha aiutato a riflettere sulla specificità di ciascuna funzione e quindi sul senso di ciascun ruolo. Mi auguro possa essere elemento di chiarezza anche per chi legge.

Se pensate che manchino delle posizioni e le relative job description non esitate a farmelo sapere, nulla impedisce di realizzare approfondimenti ed evoluzioni della proposta.

Ringrazio Salvatore Mulliri – Digital Designer – per l’editing dell’infografica

20 commenti

Archiviato in Comunicazione

Il Re è Nudo

Attacchi informatici, minacce e raccomandazioni non sono serviti a fermare la diffusione annunciata da Wikileaks degli oltre 250mila documenti ufficiali inviati da 250 ambasciate statunitensi nel tempo.

E’ presto, troppo presto per trarre delle conclusioni, per fare delle considerazioni degne di quest nome sul valore e l’impatto del contenuto della documentazione diffusa.

Il link globale realizzato dal Guardian ai cinque quotidiani a cui sono stati inviati i documenti e, se accessibile, quello originale dell’organizzazione che li ha diffusi sono un buon punto di partenza sulla copertura mondiale della questione.

A caldo solo due considerazioni possono, dalla mia prospettiva, essere sensate.

Il rilascio ad ondate della documentazione da parte di Wikileaks fa parte di una ben precisa strategia di diffusione e comunicazione che consentirà di prolungare ulteriormente “il ciclo di vita” della notizia.

I media italiani sono parte della provincia remota dell’impero ed in quanto tali ottengono una considerazione di status pressochè nulla, immagino possa essere uno degli elementi su cui riflettere nei prossimi giorni.

Una sola cosa è certa: il re è nudo grazie alla rete.

Si segnala infine, l’interessante mappa interattiva realizzata da Spiegel Online e la raccolta dei tweets da parte di moltissimi giornalisti di tutto il mondo.

Lascia un commento

Archiviato in Comunicazione, Scenari Editoriali

Notizie Dirette a Danneggiare l’Immagine

Una nota diramata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri evidenzia la diffusione di notizie che farebbero parte di un disegno teso a danneggiare l’immagine del nostro paese.

Sono evidenze ineluttabili di un complotto anti italiano che viene da lontano.

A sostegno della tesi di cui si è fatto portavoce il Ministro Frattini, <<Il Giornalaio>> ha raccolto ulteriori prove.

Il Crollo dell’Impero Romano: Le tavolette di marmo recentemente ritrovate durante il recente ripristino della fermata della linea tre “Zara”, dimostrano che non vi fu un crollo ma un semplice assestamento come il rinascimento italiano ha reso evidente.

La Nazionalità di Cristoforo Colombo: Ogni informazione diffusa nel tempo tesa a smentire l’italianità del celebre scopritore è falsa e tendenziosa; che fosse genovese è ampiamente dimostrato dal fatto che non pagò il viaggio di tasca sua.

Adeguatezza dei Provvedimenti del Governo:  La carestia del 1629, l’eruzione del Vesuvio nel 1631 e il terremoto nel Sannio del 1688, sono la testimonianza della pesante eredità ricevuta dall’attuale governo, che solamente grazie alla generosità ed all’impegno dei propri componenti sta risollevando le sorti del paese.

La Massoneria: La diffusione di notizie relative all’appartenenza di collaboratori del Presidente del Consiglio e dello stesso Silvio Berlusconi a associazioni criminali [mafia] o società segrete [P2 & P3] sono l’invenzione di magistratura e giornali partigiani e tendenziosi. La prima loggia massonica in Italia fu fondata nel 1733, è evidente che nessuna delle figure citate potesse partecipare ai fatti dell’epoca.

Promesse & Tassazione: Anche le promesse del governo in materia di tassazione sono state mantenute.  Al suo insediamento il direttivo ha abrogato la tassa sul macinato e sta lavorando, grazie alla collaborazione tra Ministero dell’Economia e delle Finanze ed il Ministro per le Semplificazioni, alla tassa sulla rendita pubblica introdotte dal centro sinistra con Cambray-Digny.

1 Commento

Archiviato in Comunicazione, Passaggi & Paesaggi, Personal

Entertainment & Media Outlook in Italy

Dopo le previsioni di sviluppo dei media a livello generale, vengono ora rese disponibili le ipotesi di scenario a medio termine con specifico riferimento all’Italia.

Secondo il rapporto di PwC “Entertainment & Media Outlook 2010-2014”, presentato ieri,  il mercato nel suo complesso dovrebbe crescere ad un tasso annuo del 6,6% con un picco nel 2012.

Una tendenza generale che nell’ambito dei media vede nei videogiochi il segmento con maggior dinamicità e prospettive di crescita.

L'Evoluzione del Mercato nei Diversi Segmenti

L’evoluzione della spesa in advertising vede la televisione continuare a fare la parte del leone, anche, nel nostro paese con un tasso di crescita previsto del 4,9%. Internet sarà il media che registrerà il maggior sviluppo in termini di investimenti pubblicitari, passando dall’attuale incidenza dell’11% al 16% nel 2014.

L’editoria presenta segnali di ripresa a partire dal 2011 con un andamento fortemente influenzato dal comparto della pubblicità. Un elemento di debolezza strutturale da non sottovalutare.

La carta stampata non pare essere il veicolo preferito dagli investitori ed è infatti il segmento che “cede quota” ad internet in termini di spesa pubblicitaria.

Il rapporto prevede il raddoppio degli investimenti della pubblicità digitale per i quotidiani da qui al 2014, tuttavia si tratta di uno sviluppo che non sembra in grado di compensare il calo sulla carta stampata sia a livello di diffusioni [vendita di copie] che raccolta pubblicitaria in ambito tradizionale.

Come avviene in tutti i mercati stabili o in flessione, al loro interno le singole marche possono comunque perseguire obiettivi di crescita “rubando quota” ai competitors; i successi del “Fatto Quotidiano” stanno lì a dimostrarlo.

Lascia un commento

Archiviato in Comunicazione, Scenari Editoriali, Vendite Editoria

Fast Forward Times

Gli ultimi dieci anni hanno presentato evoluzioni talmente rapide che potrebbe essere stato facile averle esperienziate senza averne compreso il significato.

Il Time, come mostra la fantastica copertina che li riassume, si ferma ad analizzare questo confuso ingresso nel nuovo millennio.

La quinta essenza del design e del giornalismo.

Lascia un commento

Archiviato in Comunicazione, Passaggi & Paesaggi