Archivi tag: satira

Sanremo Paper Dolls

Dopo la farfalla tatuata a livello inguine, sapientemente esibita da Belen Rodriguez sul palco di Sanremo, e lo share sempre oltre il 50%.

Dopo l’ennesima conferma che i social media siano prevalentemente mezzi di distribuzione sociale dei mezzi di massa, con Facebook e Twitter a giocare ruoli diversi ma complementari alla diffusione promozionale  dell’evento canoro nazional-popolare.

Per la serata della finale di stasera coup de théâtre conclusivo della direzione artistica del festival che introduce anche elementi di gamification sia per il pubblico in sala al quale sarà distribuito il kit sottostante: “Sanremo Paperdoll” che per i telespettatori, che potranno liberamente scaricarlo dal minisito appositamente creato per l’occasione.  Tra tutti i partecipanti che più si avvicineranno agli abiti effettivamente indossati da Elisabetta Canalis al momento della premiazione del vincitore del festival saranno estratti 3 fortunati che potranno partecipare a Miss Italia 2012.

Il cerchio si chiude, comunque vada sarà un successo.

1 Commento

Archiviato in Passaggi & Paesaggi, Personal

Strumenti di Governo

Il Governo si appresta al varo della correzione della manovra correttiva, paradosso solo apparente di quella che invece è esattamente la realtà dei fatti di questo caldo luglio del 2011.

«Il Giornalaio», in esclusiva nazionale, presenta lo strumento utilizzato per la revisione della finanziaria.

- Clicca per Accedere alla Versione Interattiva -

Lascia un commento

Archiviato in Passaggi & Paesaggi

Il Futuro Prossimo Venturo

Si avvicina la fine dell’anno e come sempre avviene esperti, guru e futurologi propongono le loro stime per il futuro prossimo venturo.

Al numeroso elenco non potevano mancare le personalissime previsioni del <<Giornalaio> per l’anno che verrà, riassunte nelle cinque notizie chiave del 2011:

1 – Julian Assange ricercato da tutte le polizie del pianeta, finalmente arrestato, viene subito rilasciato grazie all’intervento dello stato pontificio. Cadute tutte le imputazioni relativamente al profilattico bucato, il fondatore di Wikileaks, all’uscita dal carcere in compagnia del Pontefice, avrebbe dichiarato: “Non lo fo per piacer mio ma per far piacere a Dio”.

2 – Berlusconi verrà ibernato e solo in caso di liquefazione del suo sangue, raccolto in un’ampolla custodita nella cappella realizzata appositamente grazie all’abbattimento di S.Pietro, potranno essere indette elezioni. Secondo alcune indiscrezioni esisterebbe una prelazione del nascente terzo polo per l’acquisizione della Zippo Manufacturing Company onde scaldare l’ambiente.

3 – E’ un nuovo ’68. Esplode in tutta Europa la rivolta studentesca al grido di <<Siete tutti figli di Putin>>. L’accesso esclusivamente a pagamento di Facebook e l’abolizione della tariffazione Infinity Messaggi i fattori scatenanti della rivolta.

4 – Marchionne e Marcegaglia, riunitisi a New York, concertano il futuro della metalmeccanica italiana e comunicano i tre punti cardine per la ripresa degli investimenti nel nostro paese:

  • Più orario meno salario
  • Solo ai dritti spettano i diritti
  • Finchè la barca va lasciala andare

Il Ministro Sacconi invita i sindacati a valutare responsabilmente un’offerta che di questi tempi non può essere sottovalutata.

5 – Dopo “Vieni via con me”, Rai3 bissa il successo con la serie speciale di “Chi l’ha visto” , eccezionalmente collocata nel prime time del sabato sera, dedicata al Ministro dello Sviluppo Economico.

That’all Folks!

Lascia un commento

Archiviato in Comunicazione, Passaggi & Paesaggi, Personal

Batman, Robin & Wonderwoman

Tra i documenti diffusi da Wikileaks spuntano alcune considerazioni sulla relazione tra il Presidente Russo ed il Primo Ministro della Russia che, secondo quanto riportato, vedrebbero Medved, ufficialmente il “senior partner”, giocare il ruolo di Robin rispetto a Putin che invece impersonificherebbe Batman.

Per quanto riguarda la nostra nazione, ad ora, pare che il Presidente del Consiglio in carica venga visto dall’incaricato agli affari dell’ambasciata USA di Roma come incapace, vanitoso e inefficace come moderno leader europeo; ruolo che eserciterebbe in qualità di portavoce in Europa degli interessi di Putin.

Se Putin è il maschio alfa, pare dunque che a Berlusconi non resti che giocare ad essere Wonderwoman, potrebbe essere un’idea per il prossimo dei suoi “wild parties”.

4 commenti

Archiviato in Comunicazione, Passaggi & Paesaggi

Titoli SoprafFini

Il discorso tenuto a Mirabello dal Presidente della Camera domina le prime pagine dei quotidiani di oggi, per vostra comodità “Il Giornalaio” aggrega le principali in sintesi.

Il Secolo: “Fini le canta al cavaliere. Per portare a termine la legislatura propone di inserire le sue canzoni nel nuovo cd in uscita del duo Berlusconi – Apicella”

La Stampa: “Marchionne segue la strada della famiglia Agnelli e dichiara <<A Courmayeur La7 non si capta>>”

Libero: “Abbiamo le prove. Dalla vendita delle felpe di <<Gioventù Italiana>> finanziato il cambio gomme della Ferrari del fratello della Tulliani”.

L’Unità: “Il PDL è morto, anche Bersani non si sente tanto bene”.

Il Giornale: “Fini è un ladro! Dopo il comizio scoperti ammanchi nell’incasso del chiosco di piadine di Mirabello”.

La Repubblica: “Fini loda il lodo e si imbroda”.

La Nuova Ferrara: “Ferrara è il centro della politica nazionale”.

Il Corriere della Sera: “Berlusconi parla di festival dell’ipocrisia, Bocchino chiarisce che era solo la festa tricolore. La frattura è ormai insanabile”.

La Padania: “Mirabello è sotto il Po, siamo pronti ad inondare le campagne se necessario”.

Il Sole24Ore: “Unica possibilità un governo di tecnici. Incaricata una nota società di head hunting”.

La Gazzetta dello Sport: “Fini: <<Mi hanno cacciato ed ora gli buco il pallone>>”.

Lascia un commento

Archiviato in Comunicazione, Personal

Libertà d’Informazione

Altan – “La Repubblica”, 01 Luglio 2010

Lascia un commento

Archiviato in Comunicazione

Voi siete qui

Fibrillazione in casa Mediaset per le nuove nomine nel settore informazione – scusate il termine – del gruppo. Secondo indiscrezioni, i favoriti in lizza per il Tg5 sarebbero due. Si tratta di Fuffy Star, un golden retriver di tre anni molto bravo a riportare la pallina e a leccare la mano del padrone, e un indipendente di chiara fama, Paco «machete» Sanchez, già portavoce degli squadroni della morte in Salvador, considerato però da Confalonieri troppo liberale. Al telegiornale della rete giovane Italia Uno si attende un ricambio. Dopo anni di tette, culi e scemenze prodotte dalla casa, ci sarà un rimescolamento degli elementi informativi: si punterà tutto su scemenze della casa, culi e tette. A gestire il rinnovamento verrà chiamato un costume da bagno di Belen Rodriguez, che il comitato di redazione considera «tutto d’un pezzo», mentre l’azienda preferirebbe che a dirigere Studio Aperto fosse soltanto uno slip. Per il Tg4 si era pensato a un salvaschermo con i pesci rossi, ma troppa autonomia politica spiazzerebbe gli spettatori, abituati a Emilio Fede….. [continua]

voi siete qui

Lascia un commento

Archiviato in Comunicazione, Personal, Scenari Editoriali