Archivi tag: traffic buiding

Volete avere tanti clienti? Fateli tornare tutti!

Era poco prima delle guerre puniche [1994] quando creai una delle prime operazioni di fidelizzazione e traffic building per aumentare l’afflusso di clienti nei punti vendita e, con l’ausilio dell’agenzia pubblicitaria partner, un folder di argomentazione per l’iniziativa [se lo ritrovo ne faccio una scansione e lo metto sul tumblr] che recitava esattamente quanto riportato nel titolo dell’articolo di oggi.

A distanza di quasi quindici anni, la stessa iniziativa, concettualmente, viene ripresa, adattandola, da alcuni quotidiani francesi.

Che l’attenzione dei giornali francesi fosse maggiormente incentrata sul canale commerciale era un aspetto che avevo già avuto modo di sottolineare e che è davvero un piacere poter confermare.

A Marsiglia in 157 punti vendita, da martedì 06 ottobre scorso, è partito un test della durata di circa un semestre per rivitalizzare le vendite dei giornali francesi attraverso una carta prepagata con cui acquistare il proprio quotidiano preferito con sconti tra il 17 ed il 25%.

L’iniziativa della società di distribuzione Nouvelles Messageries de la Presse Parisienne prevede che il lettore acquisti una tessera, che è stata chiamata “Ma Carte Presse” [La Mia Carta Stampa], che dà diritto all’acquisto di dieci copie di uno dei quotidiani diffusi dalla società parigina ed in cambio pagherà una somma inferiore rispetto al normale prezzo di copertina.

La carta viene venduta in edicola ed una mia collega marsigliese ha dichiarato di averne vendute una quindicina nella prima mattinata del lancio.

L’operazione, che se avrà successo sarà estesa a tutta la Francia nel 2010, ha il doppio obiettivo di aumentare la frequenza di visita ai punti vendita ed al tempo stesso di fidelizzare i lettori dei giornali che partecipano all’operazione.

insomnia

Invece di continuare a ricercare, vanamente, come scippare pochi centesimi di euro ai lettori on line o proporre abbonamenti a domicilio a prezzi da saldo, sarebbe davvero ora che gli editori anche nel nostro paese si concentrassero su quello che è un canale commerciale di attuale capitale importanza e di significativa prospettiva per la capillarità ed il livello di servizio che lo connotano e che non casualmente lo definiscono in termini di servizio pubblico.

Suggerimenti in tal senso arrivano anche dalle pagine della newsletter di Eurisko ed in particolare da parte di Giuseppe Minola al quale “girano i cinque minuti” quando si reca in edicola e sia da cliente che da ricercatore suggerisce: “Per favore editori, distributori, occupatevi seriamente del punto vendita”

Ho già avuto modo di invitarvi a tastare con mano la realtà di una edicola recentemente, oltre a rinnovare l’idea vi propongo di utilizzare, con modalità e tempi da definire e concordare, il mio punto vendita per test di mercato. Se interessa “fate un fischio”.

5 commenti

Archiviato in Comunicazione, Distribuzione Editoria, Scenari Editoriali, Vendite Editoria