Archivi tag: social networking

La SimCity della Democrazia Europea

SimCity, dichiarato uno dei dieci videogiochi  più importanti di tutti i tempi da Henry Lowood della Stanford University, rivive, adattato, per far vivere e sperimentare l’essenza del Parlamento Europeo.

«Citztalia», videogioco gratuito online finanziato per il 75% del costo di realizzazione dal Parlamento Europeo,  serve a far capire come funziona il Parlamento eletto dell’UE. Partecipando ai dibattiti, scrivendo articoli o addirittura redigendo norme virtuali su questioni attinenti al Parlamento Europeo e alla politica comunitaria, è possibile  sperimentare direttamente e comprendere nei particolari come funziona la democrazia nell’UE e maturare, seppure virtualmente, esperienza in materia.

Nelle parole dei creatori del gioco: “Se immaginiamo l’edificio del Parlamento virtuale come un sito Web, ogni stanza di questo edificio è una pagina e ogni porta è un collegamento tra queste stanze o pagine. Ogni stanza contiene le informazioni o le applicazioni rappresentate come oggetti o mobili.”

In sostanza quindi, dopo aver creato il proprio avatar, il proprio personaggio, il giocatore può esplorare le molte aree del Parlamento Europeo, dalla sala stampa all’ EU lex lab, dove esiste addirittura l’opzione di simulare il processo legislativo e proporre delle norme seguendone l’iter, passando per tutta una serie di ambienti e di situazioni da sperimentare in prima persona.

Il gioco, disponibile in tutte le lingue dell’UE, si propone anche, in prospettiva, come piattaforma di social networking dove mettere in collegamento tra loro i cittadini dei diversi stati membri e generare un dibattito libero e aperto. Un opzione tanto ambiziosa quanto affascinante che per essere implementata necessiterà di un supporto comunicazionale superiore a quello di cui ha goduto il gioco sin ora quando, il prossimo mese, dovrebbe essere lanciato ufficialmente dopo l’attuale fase beta di sperimentazione.

Ennesima esemplificazione concreta delle potenzialità del gaming e della gamification come elementi che trascendono dall’aspetto esclusivamente ludico applicandone le dinamiche a contesti sociali, aziendali e anche politici per trasformarsi in elemento di narrazione, comunicazione e relazione.

1 Commento

Archiviato in Comunicazione, Nuovi Prodotti Editoriali, Passaggi & Paesaggi

Buio

Dalla mezzanotte, anche se i media ufficiali italiani non riportano ancora la notizia, il Governo Egiziano ha ordinato a tutte le compagnie telefoniche, ai service providers, di chiudere completamente tutte le connessioni internet internazionali escludendo, con una decisione senza precedenti, per qualsiasi attività, banche, scuole e perfino uffici governativi, la possibilità di collegarsi alla rete dall’Egitto.

Nella mia rubrica dell’Indro, stamane si approfondisce “la Twitter revolution” con un’ analisi del ruolo della rete, dei social media e social networks nella rivolta araba in atto, dati e considerazioni.

Lascia un commento

Archiviato in Passaggi & Paesaggi, Personal

Termini Sociali

Facebook,  come già avvenuto per Twitter e Google, ha rilasciato la classifica dei termini più utilizzati negli “status updates” della rete sociale più popolosa del pianeta.

Il termine più utilizzando, secondo quanto riportato,  è HMU [“Hit me up”], allocuzione gergale comunemente usata dagli utenti per concordare appuntamenti, incontri con gli amici. Non a caso infatti, il termine, che ha ottenuto 80 milioni di menzioni, ha ottenuto picchi nell’utilizzo durante le vacanze ed i fine settimana.

Un’indicazione puntuale sull’utilizzo prevalente del social network da parte dell’utenza e sulla diffusione sociale dei termini che divengono in questo modo parte integrante del linguaggio comune.

Lascia un commento

Archiviato in Comunicazione

Non tutti i Prodotti devono essere “Social”

Provocazione e spunto di riflessione al tempo stesso quella lanciata da  Spencer Fry, co – fondatore di Carbon Made, che sostiene che non tutti i prodotti devono essere “social”.

Di particolare interesse il passaggio dell’articolo in cui afferma: “Non tutti i prodotti devono essere social […] Invece di spendere il nostro tempo nello sviluppo del social networking preferiamo investirlo per rendere unico il nostro prodotto”

Il successo ottenuto da Carbonmade sin ora potrebbe essere la conferma della bontà delle affermazioni di Spencer Fry. La discussione è aperta.

3 commenti

Archiviato in Comunicazione