Archivi tag: notizie in mobilità

Come Produrre Notizie “Smart” per il Telefonino

A margine dell’articolo pubblicato ieri relativamente alla “bocciatura” dei siti web per mobile dei quotidiani e delle applicazioni per smartphones realizzate allo scopo, nei commenti su friendfeed, si è mescolato stupore rispetto ad una inadeguatezza che pare scontata per chi vive la rete con intensità e frequenza.

Nella stessa giornata, l’eccellente Monday Note, ha toccato lo stesso argomento arricchendolo da una prospettiva diversa e contribuendo a comprendere l’ovvio, quello che, come spesso avviene, si ha dinnanzi eppure non si vede.

Nell’articolo vengono portati avanti due possibili spiegazioni sulla realtà delle applicazioni per le notizie su smartphones.

La prima è che non saranno mai “ricche” come quelle per l’accesso ai contenuti da pc poiché rispondo ad un bisogno diverso. Frédéric Filloux sostiene che la lettura da telefonino risponde ad una esigenza molto più vicina a quella della lettura tradizionale su carta, senza le “distrazioni” che l’ipertesto, con rimandi ed approfondimenti esterni, genera. Nella sua visione il web avrebbe una funzione sociale mentre il telefonino sarebbe più orientato alla lettura in quanto tale.

Filloux, inoltre, sostiene che la semplicità delle applicazioni deriverebbe dall’essere frutto del lavoro di tecnici e che un miglioramento in tal senso si può ottenere solamente nel momento in cui saranno invece i giornalisti e l’area della redazione [che dovrà sviluppare competenze in tal senso] a dedicarsi a quest’ambito.

Sono considerazioni che, da un lato, confermano la complementarietà dei diversi mezzi e, dall’altro lato, rappresentano una sfida che anche nella mia esperienza rappresenta molto spesso una difficoltà oggettiva allo sviluppo, all’innovazione, all’interno delle imprese: la difficoltà reciproca di comunicazione tra reparti, funzioni, aziendali, con particolare riferimento al conflittuale rapporto tra tecnici che sviluppano un prodotto [in questo caso le app per telefonini di ultima generazione] e chi poi veicola, valorizza, questo lavoro presso l’utenza finale.

La sfida su questo fronte, in ambito editoriale come negli altri settori, è aperta da sempre.

Lascia un commento

Archiviato in Comunicazione, Nuovi Prodotti Editoriali, Scenari Editoriali, Vendite Editoria

Notizie Poco “Smart” sul Telefonino

Massimo Mantellini riprende i dati Nielesen & comScore sulla penetrazione degli “smatphones” che mostrano come l’Italia sia la nazione come la maggior penetrazione di questo tipo di supporti. Nonostante la leadership in quest’ambito parla di paradosso cellulare esprimendo dubbi sulla positività di questi dati, che in questo spazio, con specifico riferimento alla letture di notizie, sono stati segnalati più volte.

L’Università del Colorado ha pubblicato recentemente i risultati di una ricerca proprio in riferimento alla lettura delle notizie da cellulare ed alle applicazioni realizzate da diversi giornali..

Colorado’s Digital Media Test Kitchen, questo il titolo della desk research condotta nel maggio 2010, ha valutato e comparato le applicazioni ed i siti web per mobile di numerosi quotidiani statunitensi ed inglesi quali quelli di: CNN, USA Today, the New York Times, Associated Press, MSNBC, The Guardian, Politico, The Huffington Post e molti altri ancora.

- clicca per ingrandire -

Il risultato è davvero senza appello. Basso livello di interattività e scarsa propensione all’innovazione è il giudizio complessivo che emerge dai risultati della ricerca che giudica quanto realizzato sin ora estremamente basico, poiché non incoraggia interattività, personalizzazione nè creatività da parte degli editori esaminati.

Le raccomandazioni conclusive del rapporto, suggeriscono tre punti fondamentali:

  • Migliorare l’interattività
  • Creare nuovi contenuti esclusivi per le notizie in mobilità
  • Richiedere e facilitare la partecipazione ed i contributi dell’utenza.

Sono aspetti che con il passare del tempo divengono sempre più cruciali.

1 Commento

Archiviato in Comunicazione, Distribuzione Editoria, Nuovi Prodotti Editoriali, Scenari Editoriali, Vendite Editoria