Archivi tag: newsroom

La Redazione del Futuro

Dopo aver ascoltato sabato scorso Luca Sofri raccontare alcuni aspetti relativi al funzionamento della redazione del Post, ho trovato interessante la sintesi grafica sul tema sottoriportata.

L’ infografica, realizzata per il recente rapporto della WAN, schematizza quelle che dovrebbero essere le caratteristiche strutturali ed ambientali della redazione del futuro e tende ad identificare al tempo stesso quella che dovrebbe essere la giornata tipo ed i tools basici dei giornalisti.

Emerge chiaramente la visione proposta dalla società che ne ha curato la realizzazione, concetti complessivamente più che condivisibili che però non sembrano tenere conto della sostenibilità del modello.

Si richiede infatti un ritmo lavorativo di circa 16 ore giornaliere senza tenere conto di aspetti sindacali, retributivi e banalmente [in caso interessassero ancora a qualcuno attualmente] umani.

Vengono omessi, in questo caso probabilmente per sintesi, i costi vivi e le riorganizzazioni necessarie alla persecuzione di tale modello.

Mi pare insomma un modello, se non eccessivamente teorico, sicuramente adatto esclusivamente a grandi quotidiani di portata internazionale come l’intervista a Fiona Sprull, Web Newsrooom Editor del NYT, testimonia, riportando tra l’altro, come la sola redazione dedicata specificatamente all’edizione on line del celebre quotidiano statunitense consti di ben 60 professionals dedicati.

Ah, chiunque abbia lavorato, lavori, in uffici open space sa bene che ai teorici vantaggi del punto uno illustrati dalla grafica si sacrifica concentrazione e privacy. Tutto ha un prezzo anche in questo caso.

3 commenti

Archiviato in Scenari Editoriali

Na’ tazzulella ‘e cafè

L’esempio del settimanale ceco Nase Adresa, dopo aver raccolto approvazione e consenso, fà scuola e diviene un caso da imitare.

Freehold InJersey copia il modello proposto e scommette anch’esso sul giornalismo iperlocale, sulla combinazione tra carta e digitale e, soprattutto, sulla relazione con i lettori.

Dalla scorsa settimana il quotidiano statunitense del New Jersey ha deciso di installare la propria redazione all’interno di una caffetteria nel centro della città affinché il pubblico possa interagire di persona con i giornalisti su determinate istanze, notizie, e sui problemi della comunità locale.

L’iniziativa è l’ultimo coerente passo della testata nella costruzione di una forte relazione con la comunità di riferimento come una visita al sito del quotidiano consente di comprendere a prima vista. Oltre all’utilizzo, ormai abbastanza abituale, di Twitter e Facebook, infatti, ampio spazio viene dedicato al dialogo con i lettori ed alle istanze prioritarie dell’ambiente di riferimento ed alle segnalazioni.

Oltre ad incentivare il rapporto, l’iniziativa è degna di attenzione anche sotto il profilo economico poiché i ricavi della caffetteria coprono una parte dei costi della redazione divenendo così un sistema per finanziare progetti di giornalismo investigativo a livello locale.

Sono sperimentazioni del tutto assenti nel nostro paese che sarebbero assolutamente da importare al posto, in sostituzione, degli iCosi®.

Ah, non ditelo a Riffeser Monti, non capirebbe.

Lascia un commento

Archiviato in Comunicazione, Nuovi Prodotti Editoriali, Scenari Editoriali, Vendite Editoria

Lezioni d’Inglese

See Also è un blog dedicato al giornalismo realizzato dalla BBC, una raccolta di segnalazioni relativa al meglio del web relativamente all’editoria: commenti, giornali, editoriali ed analisi.

Dopo le recenti innovazioni apportate dal Guardian, un ottimo esempio di come anche importanti players dell’informazione possano scegliere di condividere informazioni guadagnandone in termini di reputazione dal quale molte versioni online dei nostri quotidiani potrebbero trarre insegnamento, volendo.

Lascia un commento

Archiviato in Comunicazione, Nuovi Prodotti Editoriali