Archivi tag: fonti di influenza

Quello che Google ha Imparato nel 2010, da Google

Il video, pubblicato all’inizio di questo mese, riassume, a fini evidentemente promozionali, alcune delle principali evidenze raccolte da Google relativamente al comportamento dell’utenza online, alla tipologia di ricerche ed all’influenza delle stesse.

Si scopre così, tra l’altro, che:

  • Gli acquirenti di un pc portatile effettuano mediamente 14 ricerche sul tema prima di comprare
  • Il 60% delle responsabili d’acquisto ricerca coupons ed offerte speciali online
  • Il 25% di coloro che sono intenzionati a cambiare la propria auto utilizzano internet in mobilità per effettuare le loro ricerche sul tema
  • Il 75% dei pazienti ricerca i sintomi della propria malattia sul web prima di discuterne con il medico
  • Il 40% dei turisti consultano opinioni e commenti online prima di scegliera destinazione e struttura del viaggio

Se i dati forniti confermano ancora una volta l’influenza del web rispetto alle dinamiche di acquisto, secondo i risultati dello studio sull’ Europa Digitale pubblicati da comScore  nei prossimi cinque anni potrebbe esserci una inversione di tendenza, o quantomeno di ruoli, con Facebook in qualità di motore di ricerca e Google, al contrario, in veste di rete sociale.

Se il valore dei motori di ricerca è attualmente indiscutibile, anche nel nostro paese, certamente le reti sociali, i social media sono contesto di aggregazione, condivisione e di forte influenza.

Difficile dire oggi chi dei due competitors trarrebbe maggior vantaggio da un eventuale switch di ruoli. Se fossi chiamato ad una imponderabile previsione personalmente propenderei, visto anche l’enorme gap di redditività, per  la casa di Mountain View.

A margine, si segnala che da ieri Google, come aveva anticipato, ha rilasciato una nuova versione, un aggiornamento del proprio algoritmo per arginare la scalata nei risultati forniti dalle ricerche  di contenuti di bassa qualità.

1 Commento

Archiviato in Comunicazione, Passaggi & Paesaggi

Digital Influence

Il Digital Influence Index è il rapporto annuale realizzato da Fleishman-Hillard su come internet non solo informi e colleghi gli utenti ma anche sull’influenza che questo media ha nel processo decisionale.

La ricerca misura diversi aspetti chiave dell’utilizzo di internet inclusi i diversi livelli di adozione di consumo digitale e la dieta mediatica dell’utenza.

Le evidenze di maggior rilevanza emergenti dall’ultima edizione dello studio sono in alcuni casi delle conferme, in altri forniscono nuovi spunti di riflessione e confronto.

- clicca per ingrandire -

In particolare emerge un eccesso di informazioni che rende cruciale l’identificazione di fonti fiduciarie di riferimento. Da questo punto di vista la pubblicazione da parte di blogger “sponsorizzati” o pagati viene vissuta in chiave decisamente negativa rivelandosi un boomerang.

Il forte utilizzo delle piattaforme di microblogging e messaggistica istantanea fa si che gli utenti vedano favorevolmente l’utilizzo aziendale delle stesse come fonte di ascolto ed interazione tendendo inevitabilmente a privilegiare quelle che forniscono risposte coerenti ed in tempi accettabili.

Il passaparola di amici e conoscenti si conferma essere fonte di influenza primaria nella presa di decisioni ed è il primo elemento di riferimento in Francia e Germania.

3 commenti

Archiviato in Comunicazione, Scenari Editoriali