Archivi tag: consumo notizie

Il Piacere Laico del Mattino

«PressGazette» pubblica i dati presentati da Anthony Sullivan, group product manager del «The Guardian» durante un dibattito sulle notizie in mobilità: “How to make journalism work on tablet computers” tenutosi l’11 aprile scorso.

I dati mostrano il consumo di notizie del quotidiano anglosassone nell’arco della giornata a seconda dei diversi supporti utilizzati.

Si conferma, come diceva Friedrich Hegel parlando di preghiera laica del mattino in riferimento ai giornali, che i quotidiani di carta hanno un picco di lettura nelle prime ore della giornata come mostra il grafico sottostante.

Guardian1

Decisamente più “spalmato” nell’arco della giornata l’accesso al sito web del giornale britannico con un leggero picco verso l’intervallo di pranzo, mentre l’acceso in mobilità e la relativa applicazione mostrano come la fruizione avvenga durante i momenti di trasferimento casa-lavoro e viceversa. Per l’ennesima volta si ha la conferma che la fruizione attraverso i tablet avviene invece di sera in ambiente domestico, probabilmente mentre si stanno svolgendo altre attività.

Guardian5

I dati confermano sostanzialmente la medesima analisi realizzata da Steve Wing, Business Director, Mobile, Guardian News and Media, pubblicata ad agosto dell’anno scorso che riprendeva i dati di marzo 2012 fornendo un maggiore dettaglio relativamente alle differenze tra applicazione per iPad e quella per iPhone/Android – per smartphone – e per l’app di Facebook, il social reader poi dismesso poco prima della fine del 2012.

La preghiera laica del mattino continua ad essere una realtà, i diversi supporti sono prevalentemente complementari tra loro e NON alternativi con occasioni di consumo, fruizione in distinti momenti della giornata.

La sfida NON è il digitale, la sfida è la convergenza come confermano, anche, i dati del «The Financial Times».

Guardian2

1 Commento

Archiviato in Distribuzione Editoria, Passaggi & Paesaggi

ContestualMente

YuMe, concessionaria anglosassone di video advertising in  Rete, ha condotto a marzo un’indagine in tre fasi, sia qualitative che quantitative, su un campione di 1500 persone nel Regno Unito per esaminare l’interazione dei consumatori con i contenuti multimediali attraverso computer portatili, tablet e smartphone.

I risultati, pubblicati in questi giorni, evidenziano come siano ambiente e contesto più che il tipo di supporto e contenuto ad influenzare il diverso consumo dei media. Lo studio rivela che, in generale, il desiderio di generi diversi di contenuto non è influenzato dal tipo di dispositivo.

Si conferma come la scoperta di contenuti avvenga prevalentemente attraverso la navigazione in Rete e le ricerche sui motori anche per coloro che utilizzano smartphones e tablets. Le applicazioni sono utilizzate prevalentemente per la fruizione dei giochi.

Lo studio rileva, ad esempio, che a prescindere dal dispositivo il consumo di video avviene più spesso in casa, e che gli utenti sono più rilassati ed esplorativi mentre sono in casa a prescindere dal tipo di device utilizzato.

Il consumo di contenuti scritti, di articoli, che rappresentano circa la metà del consumo di media su ogni dispositivo, avviene per lo più in casa, anche se ovviamente gli smartphone sono più suscettibili di essere utilizzati in movimento, in mobilità per accedere ai diversi contenuti da questo tipo di supporto.  Anche gli utenti di smartphone adottano un atteggiamento più “lean-back” quando lo utilizzano all’interno dell’ambiente domestico.

Il consumo di notizie è prevalentemente da casa [52%] e la fruizione resta più legata ai contenuti scritti anche se i video rappresentano il 42% del totale.

Le persone sono “schermo-agnostiche”. Gli investitori pubblicitari non devono dunque effettuare la loro pianificazione in base al tipo di supporto, di device utilizzato, e gli editori, i produttori di contenuti, devono sempre più rendere disponibili i contenuti video a prescindere dal tipo di piattaforma.

Il presente, ed il futuro, sono sempre più non solo multimediali ma anche multi-piattaforma. Sarà bene tenerne conto.

YuMe Sintesi Risultati

Lascia un commento

Archiviato in Comunicazione, Passaggi & Paesaggi, Scenari Editoriali