Archivi tag: Caltagirone Editore

I Conti in Tasca all’Industria dell’Informazione Italiana

La settimana scorsa sono stati diffusi i risultati gestionali dei principali editori relativamente ai primi nove mesi del 2012.

Nella mia rubrica settimanale per l’European Journalism Observatory, sulla base dei dati pubblicati, si fanno i conti in tasca all’industria dell’informazione italiana, per fare il punto della situazione sul suo stato di salute, o meglio misurare la febbre del settore.

Sono stati presi in  considerazione i resoconti intermedi gestionali al 30 settembre dei principali players per quanto riguarda i giornali italiani: RCS Mediagroup, Poligrafici Editore, Caltagirone Editore, Gruppo 24 Ore, Espresso-Repubblica.

Buona lettura.

2 commenti

Archiviato in Passaggi & Paesaggi, Scenari Editoriali

Investimenti sulla Carta

Caltagirone Editore Spa, è il secondo gruppo editoriale in Italia, con quasi 6 milioni di lettori nel giorno medio detiene il 26.4% della readership di quotidiani nello stivale. Controlla «Il Messaggero», «Il Gazzettino», «Il Mattino», «Il Corriere Adriatico», «Il Nuovo Quotidiano di Puglia», la social free press «Leggo» e la concessionaria di pubblicità Piemme.

Nonostante un risultato gestionale nei primi 9 mesi di quest’anno all’insegna della negatività, come tutto il comparto editoriale nel suo complesso, ha effettuato un rinnovamento profondo del suo quotidiano più importante: «Il Messaggero».

Rinnovamento che ha visto la luce il 9 novembre scorso e che manda dei messaggi importanti da cogliere sull’attualità dell’informazione ed il futuro dei giornali.

Ne parlo nella mia rubrica settimanale per l’European Journalism Center. Buona lettura.

1 Commento

Archiviato in Passaggi & Paesaggi

I Valori dell’Editoria Giornalistica

La FIEG ha elaborato un’analisi degli andamenti trimestrali ed il consolidato dell’ultimo triennio delle otto società editrici quotate in borsa [Mondadori, Espresso-Repubblica, RCS Mediagroup, Caltagirone Editore, Il Sole24Ore, Poligrafici Editoriale, Monrif], campione rappresentativo dell’editoria giornalistica nel suo complesso che concentra oltre tre quarti del mercato.

L’analisi fornisce le variazioni sull’andamento documentando gli scostamenti rispetto al pari periodo.

Complessivamente nel primo trimestre del 2011 i ricavi hanno subito una leggera contrazione [-0,3%], senza però che venissero compromessi ulteriormente i margini aziendali a fronte del proseguimento delle politiche di contenimento dei costi [-0,6%)]. Il Mol è infatti ulteriormente migliorato [+14,9%], e l’utile netto, pur mantenendo un risultato negativo, ne ha ridotto l’entità.

Sulla base dei dati forniti, ho ritenuto interessante effettuare una rielaborazione che più che le variazioni percentuali identificasse l’incidenza di ciascuna voce generale dei ricavi dell’editoria giornalistica.

Come illustra la tabella di sintesi realizzata, i ricavi da vendita incidono mediamente per oltre il 60% del totale mentre le revenues dell’area elettronica ed online si assestano a poco più del 2%.

Sono certamente dati mediati che bilanciano, ad esempio, la pesante crisi di RCS con gli utili di Caltagirone, ciò nonostante forniscono una dimensione ai valori in gioco in quest’area del comparto editoriale consentendo di valutare con maggior oggettività le aree da presidiare, quelle da sviluppare e quelle da abbandonare.

Non vi è dubbio che la vendita continui, e continuerà ancora a lungo, a rappresentare l’area che fornisce maggiori ricavi. Su come presidiare efficacemente quest’ambito, unendo come si suol dire la pratica alla grammatica, ho idee ben precise.

Note: Valori in milioni di euro, Ricavi da Vendita e Pubblicità si riferiscono a 8 società quotate, Ricavi dei Collaterali si riferiscono a 5 società quotate, Ricavi Elettronica & Online si riferiscono a 4 società quotate.

Lascia un commento

Archiviato in Distribuzione Editoria, Scenari Editoriali, Vendite Editoria

Quanto Brilla il Sole

“Il Sole24Ore” ha pubblicato nei giorni scorsi la sintesi dei risultati del bilancio 2010.

Secondo quanto riportato da “Affari Italiani”, che pubblica il commento di Nicola Borzi, giornalista ed ex membro del Cdr del quotidiano in questione, la performance del 2010, seppure migliorativa rispetto all’anno precedente, è decisamente inferiore a quella registrata dagli editori più direttamente in concorrenza con il giornale di Confindustria.

Analizzando le piege del bilancio emergono alcuni aspetti d’interesse generale che, dalla mia prospettiva, vanno al di là delle singole specificità.

I ricavi consolidati del gruppo nel suo insieme registrano un’incidenza del 38% dalla raccolta pubblicitaria, del 28,5% per vendite ed abbonamenti e   del 25% dal digitale. Una visione non accurata di queste cifre complessive potrebbe trarre in inganno. Infatti, di estrema rilevanza, per quanto riguarda l’area digitale, è la parte professionale di pubblicazioni specialistiche di aggiornamento legislativo e professionale, che ha quasi il 55% dei ricavi dal digitale. In ambito specialistico dunque, il digitale ha redditività e rilevanza, mentre  negli altri segmenti così non è. Mi pare un’informazione non trascurabile.

Sono informazioni e relative riflessioni che l’analisi dei dati specifici del solo solo quotidiano confermano.

In  questo caso infatti, il digitale, seppure con tassi di crescita estremamente interessanti, ha un peso assolutamente minoritario con il formato tradizionale, il giornale in versione cartacea, che incide per il 75%.

Tra tutti i mezzi, le aree di business del Sole24Ore, l”unica a registrare una crescita è la radio che fa registrare un +8,5% rispetto al 2009 ma continua ad avere un ebitda negativo.

Se voleste approfondire verificando i bilanci degli altri principali gruppi editoriali italiani, sono disponibili online quelli di RCS, Gruppo Repubblica-Espresso e Caltagirone Editore.

Lascia un commento

Archiviato in Media & Finanza, Passaggi & Paesaggi, Scenari Editoriali, Vendite Editoria

Titoli editoriali

var. seduta

var. ultimi 6 mesi

var. ultimo anno

FTSE ALL SHARE

-0.43%

Buongiorno

-1.29%

+78,25%

-1,48%

Cairo Communication

+ 0.31%

-1,65%

-20,39%

Caltagirone Editore

+ 2.06%

-9,00%

-49,19%

Class Editori

-2.14%

+8,90%

-25,11%

Espresso

-0.48%

+32,45%

-22,19%

Il Sole 24Ore

-1.45%

-5,77%

-37,00%

Mediaset

+ 0.42%

+14,50%

-6,77%

Mondadori

-1.20%

-16,52%

-33,84%

Monrif

-2.90%

-10,67%

-12,61%

Poligrafici Edit.

+ 0.42%

-0,82%

-28,25%

Rcs Mediagroup

-0.88%

+15,26%

-40,31%

Seat Pagine Gialle

+ 2.64%

-57,36%

-70,76%

Telecom Italia Media

-0.57%

+43,17%

+31,47%

Tiscali

-0.17%

-35,18%

-81,82%

Aggiornato: Venerdí 24.07.2009 [Via]

Lascia un commento

Archiviato in Media & Finanza