Archivi tag: american press institute

Divergenze

Le ipotesi di far pagare i contenuti dei quotidiani on line sono viste come elemento di rilevanza sia per il recupero di una parte della redditività persa che per preservare le vendite della versione cartacea dei giornali.

Questa l’opinione prevalente che emergerebbe da un recente sondaggio svolto per conto dell’ American Press Institute ad inizio di questo mese, secondo il quale circa il 60% degli associati sta pensando di far pagare i contenuti resi disponibili sin ora gratuitamente. Tesi sostenuta anche dall’ Amministratore Delegato di Journalism online secondo il quale la questione non è se, ma come riuscire a far pagare le notizie.

Secondo quanto riportato, inoltre, circa un quarto degli imprese associate pensa di implementare entro i prossimi sei mesi una qualche forma di pagamento per i propri contenuti editoriali.

Peccato che quando sono stati consultati anche i visitatori, i lettori, dei siti web in questione le opinioni sia sul valore dei contenuti che sulla possibilità di ottenerli altrove in caso di “paywalls” siano state estremamente diverse. Differenza che emerge, tra l’altro, anche rispetto alla visione degli investitori pubblicitari.

Sono divergenze che se non venissero tenute nella giusta considerazione rappresenterebbero l’ennesimo passo falso dell’editoria, non vi è dubbio.

Lascia un commento

Archiviato in Comunicazione, Scenari Editoriali, Vendite Editoria

Newspaper Economic Action Plan

Grazie allla preziosa segnalazione di Jay Rosen, apprendo che l’American Press Institute in occasione del recente meeting [teoricamente segreto] a Chicago ha rilasciato un documento, dal titolo, appunto, Newspaper Economic Action Plan con cinque punti cardine raccomandati per l’editoria Statunitense.

Nel documento l’API sottolinea come i quotidiani americani debbano effettuare con la massima rapidità il passaggio da un modello di business incentrato sulla pubblicità [e sugli investitori] ad uno imperniato sui pubblici/lettori di riferimento.

I cinque punti sono:

  • True Value. Establish that news content online has value by charging for it. Begin “massive experimentation with several of the most promising options.”

  • Fair Use. Maintain the value of professionally produced and edited content by “aggressively enforcing copyright, fair use and the right to profit from original work.”

  • Fair Share. Negotiate a higher price for content produced by the news industry that is aggregated and redistributed by others.

  • Digital Deliverance. “Invest in technologies, platforms and systems that provide content-based e-commerce, data-sharing and other revenue generating solutions.”

  • Consumer Centric. Refocus on consumers and users. Shift revenue strategies from those focused on advertisers.
  • periodista

A margine del documento viene, infine, sottolineato come kindle abbia un potenziale estremamente limitato anche perchè non servirebbe ad altro che a duplicare l’audience attuale. Amen.

Update: Ora è possibile scaricare il documento integrale.

Lascia un commento

Archiviato in Scenari Editoriali