Co-creazione e Gamification

La co-creazione è, o dovrebbe essere, l’essenza del “web 2.0”, un processo collaborativo per creare qualcosa di valore reciproco tra un’impresa ed un consumatore, una persona. Processo che inizia, faticosamente, a diffondersi anche come una nuova forma di giornalismo “open”, aperto, riunendo i giornalisti ed i lettori, le persone, per collaborare alla produzione di una storia, di un articolo.

Bonnier Group, editore internazionale di origini finlandesi, sta sperimentando la co-creazione di «Olivia», magazine femminile finnico.

Nel 2011, «Olivia» ha lanciato la sua piattaforma di co-creazione “La Mia Olivia” [Oma Olivia] sulla quale lettori e giornalisti collaborano per produrre articoli in un processo sequenziato e  sistematico, ma aperto. I lettori e giornalisti producono storie, articoli insieme ed il prodotto finale viene pubblicato nella versione cartacea della rivista o sul sito web.

Il processo di co-creazione del racconto è strutturato come una  sfida ed utilizza come meccanismo incentivante sia i criteri della gamification che premi offerti dagli sponsor; nella guida sono spiegati i meccanismi ed i criteri di assegnazione dei punteggi e dei relativi badge. Si articola in fasi successive del processo giornalistico standard di trovare un argomento, la sua angolazione, prospettiva, ed eventualmente i soggetti da intervistare sul tema, immagini e quant’altro necessario.  Durante questa fase editoriale iniziale i giornalisti della rivista sono in costante dialogo con i lettori attraverso una chat.

In funzione degli input ricevuti dal pubblico i giornalisti poi scrivono le storie. Nel frattempo, il pubblico può seguire la produzione del racconto attraverso una barra di avanzamento sulla piattaforma di collaborazione. Dal lancio ad oggi “La Mia Olivia”  è rimasto uno strumento co-creazione  costantemente utilizzato alla rivista. Quando non vi sono “sfide” attive la piattaforma assolve alla funzione di forum di discussione.

Creare comunità di co-creazione e ricercare nuovi strumenti per interagire con i lettori, coinvolgendoli ulteriormente grazie a meccanismi di gioco, rappresenta una parte essenziale di esplorazione del futuro . Personalmente n0n ho dubbi al riguardo, davvero.

Oma Olivia

Sul tema, vale assolutamente la lettura lo studio pubblicato ad inizio anno: “Balancing Between Open and Closed. Co-creation in magazine journalism”

Lascia un commento

Archiviato in Passaggi & Paesaggi, Scenari Editoriali

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...