Il Futuro Digitale e l’Italia

Sono stati diffusi da comScore al termine della scorsa settimana due report sul futuro digitale, sulle tendenze in atto negli USA ed in Gran Bretagna.

“2013 UK Digital Future in Focus”, prima di entrare nello specifico dei trend relativi al Regno Unito, offre una panoramica sull’utilizzo di Internet in Europa fornendo il dettaglio di 18 nazioni Italia compresa; anticipazione di “2013 Europe Digital Future in Focus” che verrà rilasciato a marzo.

Gli utenti attivi nel mese in Italia secondo comScore sono 28.7 milioni, un dato che sostanzialmente coincide con quello diffuso a dicembre da Audiweb  e che conferma come ancora oggi in rapporto alla popolazione la penetrazione di Internet nel nostro Paese sia decisamente inferiore rispetto alle altre nazioni, anche a quelle che tendiamo a considerare meno “evolute” quali la Polonia ad esempio.

Contro una media delle nazioni prese in considerazione di 26.9 ore spese mensilmente online mediamente dalle persone, gli italiani ne trascorrono solamente 18.5 [31% in  meno] collocandosi al fondo della graduatoria e dimostrando dunque un livello di coinvolgimento considerevolmente inferiore agli altri Paesi.

Tempo speso online

Rispetto ad una media nella EU5 [Gran Bretagna, Francia, Germania, Italia e Spagna] del 57% nella penetrazione degli smartphone, in Italia siamo al 53%. Un dato comunque di scarsa rilevanza rispetto all’utilizzo della Rete in mobilità. Infatti se nel Regno Unito quasi un terzo delle pagine viste  avviene attraverso smartphones e tablets in Italia si scende al 10.2% [6.7 smartphone + 3.5% tablet].

Un’arretratezza complessiva preoccupante che inizia ad interessare il dibattito pre-elettorale soltanto in questi ultimi giorni, e comunque in maniera marginale, nonostante le stime del valore dell’agenda digitale, se effettivamente implementata, parlino di un potenziale di creazione di ricchezza di 70 miliardi di euro complessivamente.

Il rapporto conferma inoltre, anche se i dati in questo caso sono relativi solo alla  Gran Bretagna, quanto era già emerso da numerose altre ricerche relativamente alla complementarietà dei diversi device, con smartphone che vengono utilizzati prevalentemente durante gli orari di trasferimento casa-lavoro ed i tablet a fare la parte del leone alla sera in casa.

Utilizzo Internet per Device

Il rapporto, infine, con i “Tweetable Highlights” a pagina 69, insegna anche che nell’epoca di social media e social network facilitare la condivisione di informazioni è un must.

3 commenti

Archiviato in Passaggi & Paesaggi

3 risposte a “Il Futuro Digitale e l’Italia

  1. Pingback: Il Futuro Digitale e l'Italia | BlogItaList | Scoop.it

  2. Pingback: Il Futuro Digitale e l'Italia | Social Media (network, technology, blog, community, virtual reality, etc...) | Scoop.it

  3. Pingback: Italia e Digitale: com'è indietro il Bel Paese

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...