Paradossi e Indicazioni

Se la settimana scorsa era il «The Guardian» a puntare sulla carta con una campagna pubblicitaria per promuovere i supplementi del fine settimana del quotidiano e dell’ «The Observer», di proprietà dello stesso gruppo, ora è addirittura il quotidiano con il maggior numero di utenti unici al mondo a suggerire che per aumentare il traffico, le visite al proprio sito aziendale la cosa migliore da fare sia quella di promuoverlo sulla carta.

Mail Connected, l’area marketing e pubblicità di «The Daily Mail», «The Mail on Sunday» e «MailOnline», ha pubblicato infatti in questi giorni i risultati di una ricerca con la quale assicura ai propri investitori pubblicitari che la miglior forma per ottimizzare la presenza digitale, generare vendite ed avere nel complesso un buon ritorno dall’investimento in pubblicità è fare delle campagne stampa [su «The Daily Mail» e «The Mail on Sunday» ovviamente].

Mail Readers

Mail Connected sottolinea che gli internauti perdono facilmente l’attenzione con velocità di lettura e molteplicità di stimoli della multimedialità e che dunque la soluzione migliore resta quella di investire sulla versione cartacea del quotidiano che invece garantisce l’adeguata focalizzazione della tranquillità di lettura sulla carta.

Carta che, come mostra il grafico di sintesi sopra riportato, fa sì che quasi un terzo dei lettori non si perda nella navigazione ma vada direttamente al sito aziendale. Un CTR imbattibile per i bassi indici dell’advertising online che si assesta normalmente allo zero virgola.

Lo studio del quotidiano britannico mostra un’influenza ed un’efficacia della carta rispetto alla pubblicità online davvero rilevante,   [di]mostra anche come i ricavi che la carta riesce a generare per l’industria dell’informazione non siano neppure lontanamente paragonabili a quelli dell’online se perfino il marketing aziendale, anche, del sito con oltre 50 milioni di utenti unici mensili spinge sulla carta.

Mail Connected, per dimostrare ulteriormente l’efficacia della comunicazione sulla carta lancia un concorso, regalando il controvalore di 250mila sterline in spazi pubblicitari a chi in 250 parole fornisce la miglior motivazione di come la carta sia un attivatore efficace del digitale. Un’iniziativa simile era stata realizzata da «Usa Today» ad ottobre 2012  ed i risultati sono stati annunciati questa settimana. Il vincitore? Google.

Paradossi e indicazioni.

1 Commento

Archiviato in Passaggi & Paesaggi

Una risposta a “Paradossi e Indicazioni

  1. Trovo che un passaggio da sottolineare di questo post sia quello in cui si riconosce il valore dell’esperienza di lettura sulla carta: concentrata, rilassata, non distratta da continui rinvii ad altro (link, video, multimedialità). Credo che l’unico modo per ricreare nel digitale questa dimensione beata di ” me time” siano le versioni scaricabili di periodici a basso tasso di multimedialità. Ci sono studio al riguardo. Per il momento, godiamoci la carta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...