Fiducia nelle Fonti d’Informazione

In base ad una ricerca tesa a verificare quale media sia ritenuto più credibile durante la campagna elettorale effettuata negli Stati Uniti il primato della credibilità resta ai mezzi tradizionali. In particolare  sono i giornali tradizionali nel formato cartaceo a detenere il primato relativo della credibilità con il 22% dei rispondenti che li ritiene molto credibili mentre blog e social media vengono ritenuti i meno affidabili con solo il 6% degli intervistati che vi ripone fiducia assoluta e ben oltre un terzo che ritiene che abbiano addirittura effetti negativi sulla qualità delle informazioni.

Si tratta di una tendenza che conferma quanto era emerso recentemente dai risultati della dodicesima edizione del Trust Barometer condotta da Edelman secondo i quali le fonti di informazione tradizionale sono quelle alle quali continua ad essere riconosciuto complessivamente il maggior tasso di fiducia nonostante tutto.

Tendenza confermata ancora una volta dalla ricerca, effettuata a fine maggio negli Stati Uniti, che assegna ai mass media, televisione, radio e giornali, la maggior credibilità e fiducia relegando pubblicità, social media e social network al fondo dell’attendibilità.

Come si suol dire, tre indizi fanno una prova.

Risultati che nel loro insieme, come giustamente rilevava anche Fabio Cavallotti, indicano quanto il “brand” editore mantenga un considerevole valore sul mercato, asset tutt’altro che trascurabile in prospettiva futura, e che lasciano aperto più di un interrogativo sul ruolo, sul valore informativo dei social network.

1 Commento

Archiviato in Passaggi & Paesaggi, Scenari Editoriali

Una risposta a “Fiducia nelle Fonti d’Informazione

  1. Effettivamente la reputazione di credibilità della carta resiste alle tempeste dell’on-line. La carta dunque viene percepita come più affidabile. Ma lo è? Non è una domanda provocatoria, anche se ovviamente è molto difficile rispondere. Per Wikipedia si era fatto il celebre confronto con la Britannica (mi pare l’avesse fatto Nature) e i risultati erano stati sorprendenti. E’ possibile fare lo stesso per l’informazione gionrnalistica?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...