Il Valore della Pubblicità Online

Uno degli assiomi di base che porta a ritenere che le prospettive dell’industria editoriale siano inevitabilmente proiettate verso l’area digitale e online  è la differenza che esiste attualmente tra il tempo che mediamente viene dedicato a ciascun  media e gli investimenti pubblicitari allocati per ogni mezzo allo stato presente.

Dati citati a più riprese da fonti diverse, mostrano come l’online, ed attualmente ancor più tutta l’area legata al web in mobilità, abbia prospettive di raccolta pubblicitaria davvero rilevanti a danno prevalentemente della carta stampata che, al contrario, oggi assorbe investimenti apparentemente sproporzionati rispetto al tempo che le persone dedicano ad essa.

Teoria perlomeno eccessivamente meccanicistica come sottolineavo circa un mese fa.

Arrivano ora i dati del report della Nielsen: “Global Trust in Advertising and Brand Messages” che conferma come tra tutti i mezzi, tutte le modalità di comunicazione e di influenza, il passaparola è indubbiamente il veicolo più potente.

La ricerca, basata su un campione di 28mila rispondenti di 56 nazioni diverse, Italia compresa, evidenzia, come si può rilevare dal grafico di sintesi dei risultati sopra riportato, che le forme più tradizionali di comunicazione pubblicitaria online [e mobile] sono quelle che godono di minor fiducia, e dunque impatto e valore, da parte delle persone.

Aspetto che il dettaglio dei dati sulle attitudini specifiche della popolazione europea al riguardo deprimono ulteriormente con livelli di fiducia ed interesse estremamente ridotti.

La conferma, da un lato, di quanto pericolosi ed infondati certi assiomi meccanici possano essere e, dall’altro lato, di come, mutuando la celeberrima frase del cluetrain manifesto, i prodotti siano sempre più conversazioni.

Nell’affannosa ricerca di nuove forme di ricavo l’industria dell’informazione è avvisata anche su questo, ancora una volta.

- Clicca per Ingrandire -

1 Commento

Archiviato in Comunicazione, Passaggi & Paesaggi, Scenari Editoriali

Una risposta a “Il Valore della Pubblicità Online

  1. Pingback: Come gli editori possono far crescere il valore dell’advertising online « EJO – European Journalism Observatory

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...