Archivi del giorno: febbraio 1, 2012

Indignati sulla Carta

Dopo Occupy Wall Street e Occupy London anche gli “indignados”spagnoli hanno deciso di pubblicare il loro giornale su carta.

Dal 04 febbraio, «Madrid 15M», questo il nome della pubblicazione in omaggio al 15 maggio giorno di inizio delle proteste, sarà stampato in 20mila copie con 16 pagine a colori e distribuito nella capitale spagnola.

Secondo quanto riportato, non vi sarà né un direttore né una redazione stabile ed il gruppo di lavoro che realizza la pubblicazione ne curerà i contenuti a rotazione. Obiettivo della pubblicazione è quello di informare le persone sulle ragioni della protesta e offrire un’immagine non sterotipata del movimento come invece farebbero i media tradizionali.

Essendo questa ormai la terza versione su carta parebbe davvero che per il movimento di protesta che attraversa Europa & Stati Uniti “the revolution will be newspaperised”.

1 Commento

Archiviato in Comunicazione, Distribuzione Editoria, Passaggi & Paesaggi

Apertura & Trasparenza

«The Guardian», prosegue con coerenza straordinaria, senza esitazioni, il proprio percorso di apertura e trasparenza nei confronti dei lettori.

Dopo aver scelto, ad ottobre dell’anno scorso, di rendere noto pubblicamente il piano editoriale giornaliero del quotidiano coinvolgendo i lettori sia in termini di feedback rispetto alle scelte che di suggerimenti delle tematiche da pubblicare, verificati i limiti ed i vantaggi della prima fase della sperimentazione, compie ora un ulteriore passo di avanzamento nel percorso strategico tracciato.

Da due giorni è attivo Newsdesk Live, blog che in tempo reale, in stile live blogging, informa il lettore sulle motivazioni delle scelte editoriali effettuate e lo coinvolge chiedendogli il proprio contributo al riguardo.

In un unico spazio sono ora raccolti il piano editoriale giornaliero e, con aggiornamenti in tempo reale,  le informazioni, le notizie, e la spiegazione delle scelte effettuate dalla redazione del Guardian. I lettori possono interagire attraverso Twitter, con due account appositamente dedicati, o, se preferiscono, via mail, sui temi del giorno.

Finalmente in ambito editoriale apertura, trasparenza e conversazione sono termini riempiti di significato.

1 Commento

Archiviato in Comunicazione, Passaggi & Paesaggi, Scenari Editoriali