Consumo dei Media in Mobilità

comScore ha rilasciato la scorsa settimana i risultati sul consumo di media in mobilità in cinque nazioni del Vecchio Continente, Italia inclusa.

Lo studio: “Connected Europe: How Smartphones and Tablets are Shinfting Media Consumption”, realizzato in collaborazione con la compagnia di telecomunicazioni spagnola Telefonica, ha investigato utilizzo e preferenze di possessori di smartphones e tablets in Spagna, Regno Unito, Germania, Francia ed Italia. Per quanto riguarda specificatamente il nostro Paese sono stati intervistate 4000 persone di età superiore ai 13 anni.

I risultati sono interessanti sia per quanto riguarda le preferenze delle persone sia perchè permettono una stima ragionevole della diffusione di tablets in Italia.

Tra i cinque Paesi presi in considerazione, è la Spagna quella con la maggior penetrazione di smartphones [48.4%], l’Italia è al 42.1% degli utenti di telefonia mobile. Secondo i risultati emergenti, mediamente il 6.6% di coloro che possiedono un telefonino intelligente ha anche un tablet, percentuale che per quanto riguarda il nostro Paese sale al 6.9%, come illustra il grafico di sintesi sottostante. Se i possessori di smartphones nel nostro paese sono stimati in 20milioni, è ragionevole ipotizzare che i tablet che sono stati venduti sin ora siano orientativamente 1.380.000; una dimensione non trascurabile ma certamente ancora estremamente ridotta.

Dimensioni di nicchia che si riflettono inevitabilmente sullo share, sul peso che questi device hanno sul totale del traffico internet che, per quanto riguarda l’Italia, si assesta sotto la media al 0.9% del totale secondo le stime effettuate da comScore.

Se l’analisi delle fasce orarie di utilizzo conferma, come era già emerso da precedenti indagini, che il tablet sia strumento da sofà serale se non addirittura da letto, sono le categorie di informazioni che maggiormente vengono fruite dalle tavolette elettroniche che aiuta a sfatare qualche luogo comune. Emerge infatti un forte orientamento alla tecnologia ed allo svago che conferma l’utilizzo familiare da un lato e le caratteristiche di “early adopters” degli attuali possessori. Solo in Spagna le informazioni, le notizie, figurano nelle prime 5 categorie, segno che le promozioni nel complesso funzionano.

Insomma, tutti coloro che lavorano nell’industra editoriale e sono affetti da tabletmania devono leccarsi le ferite o attendere pazientemente evoluzioni che certamente non si verificheranno nel breve periodo. Una cosa è certa non è possibile dire che da questi spazi non fossero stati avvisati.

1 Commento

Archiviato in Distribuzione Editoria, Passaggi & Paesaggi, Scenari Editoriali, Vendite Editoria

Una risposta a “Consumo dei Media in Mobilità

  1. icittadiniprimaditutto

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...