Archivi del giorno: novembre 21, 2011

Rapporto sulla Comunicazione Online in Italia

Sono stati diffusi oggi i risultati di “Kwd Webranking 2011 Italy”, indagine alla decima edizione sulla comunicazione corporate online nel nostro Paese.

L’indagine ha preso in considerazione le 101 maggiori società italiane per capitalizzazione valutando la loro comunicazione  sul web.

Emerge con chiarezza come la Rete non venga ancora percepita come uno strumento per costruire la reputazione aziendale e differenziarsi.

I risultati evidenziano come il problema non sia dimensionale, come si evince dalla tavola di sintesi che effettua il benchmarking delle performance delle imprese italiane in relazione al punteggio massimo, bensì culturale, confermando quanto evidenziavo in una mia recente intervista.

Carenti tutte le aree di comunicazione relative alla relazione sia con il pubblico esterno, social media e press, che con quello interno. Per dirla con le parole di Joakim Lundquist, rappresentante della società che ha condotto l’indagine, “appare evidente ancora una mancanza di miglioramento concreto della comunicazione online di molte società quotate italiane. Il percorso è iniziato, ma per raggiungere vera apertura e trasparenza è necessario un’evoluzione nella mentalità di chi guida le aziende”.

 Performance italiane in relazione al punteggio massimo [aree chiave]

1 Commento

Archiviato in Comunicazione

Un Politico Corrotto Preferisce i Blogger ai Giornalisti

La mappa realizzata dall’Oxford Internet Institute dell’Università di Oxford visualizza in quali nazioni sono i 100 principali quotidiani nel mondo.

Seppure non offra il ricchissimo database della mappa mondiale dei giornali, evidenzia il collegamento diretto tra richezza e diffusione dei giornali con Scandinavia e Giappone in testa alla classifica del rapporto tra numero di abitanti e copie vendute.

La mappa inoltre fa emergere come spesso l’importanza dei mezzi d’informazione sia sovrastimata rispetto alla loro portata effettiva.

Un eccesso di considerazione che emerge anche dalle parole di Paddy Coulter, Direttore di Oxford Global Media, che in un’intervista rilasciata ieri al quotidiano catalano «La Vanguardia», attacca con durezza blog e social media in generale assegnando solo ai giornali il ruolo di tutori della democrazia.

A prescindere da qualunque altra considerazione possibile, ritengo non sia attraverso la contrapposizione che si costruiscano solitamente processi virtuosi.

- Clicca per Ingrandire -

Lascia un commento

Archiviato in Comunicazione, Passaggi & Paesaggi, Scenari Editoriali