Archivi del giorno: giugno 30, 2011

Dalla Pointification alla Gamification

Molto spesso, erroneamente, Fourquare viene citato come esempio di gamification, trattandosi invece più propriamente di pointification.

A colmare il gap, secondo quanto riportato, ci ha pensato un gruppo di hackers durante i “Game Hack Days” dello scorso weekend.

World of Foursquare applica le modalità di gioco del Risiko a Foursquare realizzando una geolocalizzazione gamificata.  Scenario i diversi quartieri di New York ed obiettivo del gioco la conquista a colpi di check in  della città. Dopo essersi accreditati utilizzando il proprio account di Foursquare si sceglie il proprio quartiere di appartenenza  alleandosi con gli altri appartenenti allo stesso rione per sconfiggere i rivali e conquistare l’intera metropoli statunitense. La mappa, realizzata grazie alle API di google maps, fornisce l’aggiornamento degli sviluppi della “guerra sociale”.

Interessante realizzazione ugc che apre le porte ad ulteriori sviluppi ed utilizzi in chiave aziendale. Basti pensare, a titolo esemplificativo, ad una declinazione realizzata dalle associazioni dei commercianti dei diversi quartieri per comprenderne le potenzialità.

Lascia un commento

Archiviato in Comunicazione, Passaggi & Paesaggi

Scoiattoli, Filtri & Personalizzazione dell’Informazione

“La morte di uno scoiattolo di fronte alla porta di casa propria può essere più  rilevante per i propri interessi di quella di centinaia di persone in Africa”. E’ con questa citazione di una frase di Mark Zuckerberg che apre il suo speech Eli Parisier.

L’immensa mole di informazioni e la relativa necessità di selezionare ed aggregare contenuti d’interesse, unitamente al tracciamento  di abitudini ed interessi da parte dei motori di ricerca e di altri, si scontra con l’idea di pluralità e apertura della Rete determinando quella che Parisier definisce “The Filter Bubble“.

Nel video vengono mostrati casi reali di filtro dell’informazione da parte di Facebook e di Google che dimostrano come invece di ampliare il panorama informativo sul Web si rischi di restare intrappolati in una visione filtrata e circoscritta della realtà.

Tesi che ha dato orgine ad un libro di recentissima pubblicazione in cui casistiche ed esempi vengono approfonditi valutando l’impatto complessivo di quello che internet “ci nasconde”.

Ne emerge un quadro che invita a riflettere su quale sia effettivamente l’ecosistema dell’informazione che la Rete sta determinando e sui rischi di egemonia culturale che vi risiedono.

1 Commento

Archiviato in Comunicazione, Passaggi & Paesaggi, Scenari Editoriali