Archivi del giorno: febbraio 28, 2011

Esplorazioni della Vita Digitale

Bloom, neo nata società specializzata nella visualizzazione di informazioni, ha creato Fizz, applicazione che fornisce una prospettiva diversa all’informazione testuale.

Al primo accesso viene richiesto se collegarsi con Facebook o Twitter, dopo aver effettuato la selezione desiderata viene mostrato sotto forma di cerchi di diverse dimensioni lo streaming della piattaforma prescelta.

Ogni circolo grande rappresenta una persona e quelli di minor dimensione al suo interno i singoli update.

Ricercando all’interno nell’apposita barra un termine, una parola chiave specifica, vengono visualizzati tutti i cerchi, e dunque tutti gli interventi, che fanno riferimento a quella parola.

Personalmente ho sperimentato entrambe le possibilità [nell’immagine quella relativa a Twitter] verificando i diversi risultati dati da una differenza, da una sovrapposizione solo parziale, dei contatti.

Siamo normalmente portati a ritenere che la visualizzazione delle informazioni sia solo un output, strumenti di questo tipo consentono di sovvertire l’ipotesi trasformandosi in elementi di input e controllo in tempo reale filtrando la rindondanza informativa digitale.

Lascia un commento

Archiviato in Comunicazione, Passaggi & Paesaggi

Il Dilemma degli Editori

Frédéric Filloux su Monday Note esamina il caso del “Washington Post” a titolo esemplificativo di quello che è, sotto il profilo economico, l’attuale dilemma degli editori.

Secondo quanto riportato, nell’ultimo trimestre del 2010 il rapporto, in termini di ricavi, tra online e carta stampata ha raggiunto un’incidenza del 43% per il quotidiano statunitense.

Quella che in termini di prospettiva potrebbe apparire come una buona notizia, racchiude invece il problema di fondo del comparto editoriale. Infatti, come mostra il  grafico di sintesi sottoriportato, per ogni dollaro di ricavi recuperati dall’online ne sono stati persi cinque nella versione stampata.

Si tratta di una tendenza che non lascia speranza alcuna relativamente alla possibilità di compensazione delle perdite dall’area di business tradizionale attraverso l’online.

3 commenti

Archiviato in Comunicazione, Scenari Editoriali, Vendite Editoria