Archivi del giorno: febbraio 26, 2011

Houston Abbiamo un Problema

The Indipendent nell’edizione di oggi pubblica un articolo di Harold Evans, giornalista e scrittore anglosassone di fama, sull’importanza del ruolo di un’ informazione corretta, elemento cruciale di difesa della libertà dei popoli.

L’ex direttore del “Times” effettua un analisi storica, di grande attualità, del contributo fornito dai media, ed in particolare dalla stampa, nella salvaguardia della democrazia, e sulla responsabilità affidata al giornalismo al quale sono richieste responsabilità, affidabilità ed imparzialità.

Sono elementi assolutamente condivisibili che la stragrande maggioranza degli utenti si attende ma non ritrova nella propria esperienza quotidiana.

Secondo i risultati di un sondaggio condotto da Financial Times/Harris Poll negli USA ed in 5 stati Europei, Italia inclusa,  i media non sono nè neutrali nè imparziali e la loro affidabilità, la loro credibilità, è sempre meno riscontrata.

Tra tutte le nazioni prese in considerazione dalla ricerca è proprio l’Italia il paese in cui il livello di fiducia nei media è ai minimi termini, con il 74% degli intervistati che dichiara di non ritenere affidabili, veritiere, le informazioni trasmesse relativamente a politica ed economia dai mezzi di comunicazione.

L’indagine ha misurato anche la tendenza rispetto a 5 anni fa relativamente all’affidabilità che viene accordata ai media evidenziando come sia, ancora una volta, il nostro paese quello nel quale vi è la maggior percentuale di persone che ritiene l’informazione meno accurata rispetto al passato.

Albert Camus, nella sua narrativa filosofica caratterizzata dai turbamenti esistenziali, scriveva che “una sola frase basterà a descrivere l’uomo moderno: egli fornicava e leggeva i giornali”. La coincidenza dei due temi nelle cronache italiane degli ultimi anni dovrebbe ulteriormente indurre a riflettere circa i risultati della ricerca.

2 commenti

Archiviato in Passaggi & Paesaggi, Scenari Editoriali