Archivi del giorno: ottobre 19, 2010

InnovAzione

Dopo l’esame da parte di Gartner sul ciclo di vita delle tecnologie disponibili, arriva la terza edizione della classifica stilata da Cisco sulla diffusione della banda larga nel mondo.

L’Italia tre le 30 principali nazioni prese in considerazione dallo studio è 26esima alle spalle di Grecia, Romania ed Estonia.

L’impatto di questo ritardo è sintetizzato dall’infografica sottostante che oltre a riassumere i dati principali analizza la possibile correlazione tra accesso alla banda larga e prodotto interno lordo dei singoli paesi.

Se per molte nazioni [14 su 30] la rivoluzione prospettata dall’internet TV appare un’opzione concreta, in Italia Vanna Marchi resta il modello di riferimento prevalente da più di un punto di vista .

 

- clicca per ingrandire -

 

Il mio minimo contributo ad una discussione dalle prospettive tanto affascinanti quanto, ahimè, distanti dalla realtà.

Lascia un commento

Archiviato in Comunicazione, Scenari Editoriali

Sumeri & Somari

La soluzione ai problemi della filiera distributiva in ambito editoriale risiede nella magica iTavoletta.

Questa, in buona sostanza, la visione di Marco Belpoliti dalle pagine virtuali della “Stampa” che conclude affidando ai grafici ottimizzazioni e miglioramenti del sistema editoriale italiano.

Una sequenza di approssimazioni, di inesattezze e generalizzazioni, davvero straordinaria, che parte dalla numerica delle edicole [oltre il doppio delle farmacie, per citare un’altro servizio pubblico, by the way] passando per case degli italiani in stile Mulino Bianco nelle quali tutti si svegliano con l’iPad sul comodino per arrivare ad orari e distanze che evidentemente non ha mai verificato.

Si riesce così ad rivedere 5mila anni storia annullando la differenza tra sumeri e somari.

Lascia un commento

Archiviato in Distribuzione Editoria, Scenari Editoriali, Vendite Editoria

Scavare alla Ricerca del Coinvolgimento

La settimana scorsa il mondo intero è rimasto in trepidazione per la sorte dei 33 minatori cileni e i media di tutto il mondo hanno dato ampissimo risalto alla notizia seguendo le fasi del salvataggio con uno spiegamento di forze che ha coinvolto oltre 2mila giornalisti.

Gran parte dell’emozione è stata raccontata affidandosi in maniera tradizionale ad immagini e video, unica eccezione il New York Times che ha realizzato un’infografica interattiva delle dinamiche, delle fasi di quello che, obtorto collo per i minatori e le loro famiglie, si è trasformato in una sorta di diretta mondiale della stanza degli orrori del grande fratello.

Di un maggior coinvolgimento, di una maggiore interattività ha dovuto occuparsi un piccola agenzia cilena che ha creato un gioco che permette agli internauti di cimentarsi direttamente nel salvataggio dei 33 minatori.

Inutile dire che il videogioco, seppur minimalista, ha ottenuto un successo straordinario. Sei i siti dei quotidiani on line hanno, tra l’altro, il problema della permanenza, del trattenimento, di chi visita il loro spazio con relativamente poco sforzo avrebbero ottenuto un grande successo anche da questo punto di vista oltre che da quello degli accessi.

Scavare alla ricerca di un maggior coinvolgimento non è mai tempo perso, trattandosi di minatori avrebbe potuto risultare più naturale del solito.

Lascia un commento

Archiviato in Comunicazione, Nuovi Prodotti Editoriali, Scenari Editoriali