Archivi del giorno: aprile 4, 2010

[A]Normali Trasmissioni

Interrompiamo le trasmissioni per segnalare che, al largo della Grande Barriera Corallina, una petroliera cinese sta perdendo parte del suo carico.

Nonostante le dimensioni della perdita siano attualmente relativamente modeste, esiste il forte rischio che la nave si spacchi in due causando un vero e proprio disastro ecologico.

Sperando che così non sia, questa pasqua potrebbe rivelarsi come il giorno in cui è stata distrutta la la grande barriera corallina australiana.

I siti web dei maggiori giornali italiani, al momento della redazione di questo articolo, ignorano completamente la notizia.

Martedì, al risveglio, torneremo a produrre narrazioni, tanto dotte quanto inutili, sul ruolo del twitter giornalismo e sul portentoso impatto dei social media nella costruzione della notizia, interrogandoci [interrogandosi], al tempo stesso, sul quibus da far pagare ai lettori delle edizioni on line dei quotidiani grazie all‘ultimo ritrovato della tecnologia.

Se non fosse la triste realtà ci sarebbe perfino da ridere.

Lascia un commento

Archiviato in Comunicazione, Personal, Scenari Editoriali

Passaggi & Paesaggi [8]

Il crescente interesse, da parte dei media ufficiali, verso i sistemi di comunicazione basati su Internet riflette, in realtà, lo sviluppo di una nuova forma di comunicazione socializzata: la mass self-communication.

È una comunicazione di massa, poiché raggiunge potenzialmente un’audience globale attraverso le reti p2p e la connessione Internet. È una comunicazione multimodale, in quanto la digitalizzazione dei contenuti e di social software avanzati, spesso basati su open source e scaricabili gratuitamente, permette la riformattazione di praticamente ogni contenuto e in qualunque forma, sempre più spesso distribuiti via reti wireless. Ed è un tipo di comunicazione autonomo a livello di generazione di contenuti, gestione dell’ emissione e selezione della ricezione nell’ambito dell’interazione many-to-many.

Siamo oramai immersi in un universo di comunicazione completamente nuovo e, in ultima analisi, in un nuovo medium, la cui spina dorsale è costituita da reti di pc, il cui linguaggio è digitale, e i cui trasmettitori sono distribuiti globalmente e globalmente interattivi.

È sicuramente vero che un medium, anche rivoluzionario come quello appena descritto, non determina i contenuti e l’effetto dei suoi messaggi. Esso rende possibile, però, la varietà illimitata e l’origine in larga parte indipendente della gran parte dei flussi di comunicazione che continuamente fanno e disfano la produzione di significato locale e globale nell’opinione pubblica.

Manuel Castells – Comunicazione, Potere e Contropotere nella network society –

Passaggi & Paesaggi 1

Passaggi & Paesaggi 2

Passaggi & Paesaggi 3

Passaggi & Paesaggi 4

Passaggi & Paesaggi 5

Passaggi & Paesaggi 6

Passaggi & Paesaggi 7

Lascia un commento

Archiviato in Comunicazione, Passaggi & Paesaggi, Personal