Interazione e Informazione locale

Il senso di comunità e la necessità di contenimento delle spese stanno spingendo il vento dell’informazione locale e dell’interazione tra giornalisti professionisti e blogger.

E’ recente l’ annuncio di ricerca di “beatblogger” da parte del Guardian per le piazze di Leeds, Cardiff ed Edimburgo, la cui assunzione da parte del quotidiano nazionale britannico dovrebbe consentire di sperimentare dal 2010 la copertura di notizie relative alle comunità locali. Nelle parole di Mercedes Bunz il senso dell’iniziativa: “This experimental project reflects both the shifting nature of journalism and the reality on the ground”.

Di maggior impatto e dimensione appare l’iniziativa del gruppo di quotidiani francesi Le Journaux du Midi che ha creato una piattaforma di blog che danno una ampissima copertura del territorio di riferimento. L’obiettivo è sia di riunire un numero cospicuo di fonti che diano una copertura efficace dell’area geografica che di catturare la pubblicità locale.

Contrariamente al caso del Guardian che offre un vero contratto di lavoro seppur a tempo determinato [12 mesi], il gruppo del Midì compenserebbe allo stato attuale i propri corrispondenti con un misero rimborso forfettario di soli 30 euro al mese.

L’idea di creazione di un portale di blogger dedicati all’informazione locale non è una novità assoluta. La Svezia ha visto nel recente passato diversi tentativi in tal senso che però, secondo quanto riportato, non avrebbero avuto né successo né quindi un seguito.

Sono iniziative che anche dall’altra parte dell’oceano sono state implementate senza esisti degni di nota ma che fanno parte della necessità di sperimentare nel percorso di innovazione che attraversa l’industria editoriale attualmente.

Local News

3 commenti

Archiviato in Comunicazione, Nuovi Prodotti Editoriali, Scenari Editoriali

3 risposte a “Interazione e Informazione locale

  1. Pingback: INIZIOWEB.net » Blog Archive » Interazione e Informazione locale

  2. http://www.bookcafe.net/filtr/ è un’altra idea ancora, prendila un po’ come “pettinare i flussi”
    ciao

  3. pedroelrey

    ehmmm…. già, infatti nel parlo nell’articolo sotto di venerdì “media ed innovazione”. grazie comunque del contributo.
    Pier Luca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...