I giornali tradizionali continuano a dominare

Nonostante il nuovo che avanza, la versione cartacea dei giornali continua a prevalere nettamente su quella on line.

Secondo la simulazione effettuata da un giornalista del Wall Street Journal, sia in termini di tempo che a livello di readership la versione cartacea dei principali quotidiani statunitensi prevale abbondantemente su quella on line.

reading char usa newspapers

E’ sempre della medesima fonte una precedente stima che confermerebbe come anche negli Stati Uniti la redditività dei quotidiani on line, nel caso passassero – come parrebbe – ad una versione a pagamento, sarebbe tendenzialmente ininfluente.

I dati e le stime degli USA confermano dunque le simulazioni effettuate dal sottoscritto poco più di un mese fa; la prossima volta che potrò prendermi una mezza giornata filata per farlo proverò ad effettuare la medesima tabella con riferimento ai quotidiani italiani per avere una ulteriore conferma [o smentita, se del caso] delle ipotesi di lavoro sin qui sviluppate.

Oltre alla bufala del tutto gratis su internet, i quotidiani potrebbero essere vittime di un abbaglio altrettanto importante che li sta portando a cannibalizzarsi.

Non vi è dubbio su quale sia il nuovo ecosistema delle notizie, ma non di meno è assolutamente necessario non esserne distratti eccessivamente sviluppando ipotesi fuorvianti di redditività. Il modello di business futuro continuerà a passare ancora per almeno i prossimi venti anni attraverso la diffusione cartacea e il canale edicole; dimenticarsene potrebbe essere fatale.

1 Commento

Archiviato in Distribuzione Editoria, Scenari Editoriali, Vendite Editoria

Una risposta a “I giornali tradizionali continuano a dominare

  1. I dati del WSJ evidenziano, a mio sommesso parere,che
    1.i lettori residui della carta stampata costituiscono uno zoccolo duro, che difficilmente rinuncia al piacere di scegliere in un insieme di conoscenze assortite;
    2.anche i maggiori quotidiani del mondo non possono apettarsi di conquistare nuove audience trasferendo pari, pari frazioni del loro prodotto cartaceo in Rete;
    3.chi non legge su carta deve essere motivato oportunamente per farlo su un altro supporto;
    4.la teatralizzazione televisiva degli eventi, motivo di stupore per gli stessi protagonisti di fatti irrilevanti,non è il rimedio alla crisi dei lettori ed è completamente fuori luogo in un sito giornalistico, dove chi accede non ha la pazienza di scoprire la verità effettuale sotto una valanga di parole tira-in-lungo o, peggio, inaffidabili.
    gms

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...