Leggo meglio e vedo più chiaro

Recentemente abbiamo parlato di comunicazione e time to market esemplificando il caso di “una pubblicazione” che partendo da un’idea corretta aveva apparentemente trascurato l’ultimo miglio non beneficiando così dell’idea e del relativo investimento.

L’altro ieri ricevo – con vero piacere – una mail dal direttore responsabile della pubblicazione di chiarimento rispetto a quanto riportato all’interno di questi spazi.

Dopo aver risposto chiedendo, tra l’altro, l’autorizzazione a pubblicare quanto ricevuto in forma privata abbiamo [avete] la possibilità di avere dei chiarimenti sia relativamente al caso specifico che più in generale sulle dinamiche della logistica e della filiera editoriale nel suo insieme.

Riprendo dunque alcuni stralci di quanto ricevuto:

Buongiorno, sono________direttore responsabile delle pubblicazioni LeggoMeglio e Le scrivo, in forma privata, per alcune puntualizzazioni che ritengo doverose a riguardo di quanto da Lei esposto nel blog https://giornalaio.wordpress.com/ E’ certamente vero che l’operazione da noi portata in edicola altro non è che un prodotto editoriale, secondo la ormai consolidata prassi che ha trasformato le edicole in piccoli bazar dove si trova di tutto………… In merito alle difficoltà di approvvigionamento, purtroppo abbiamo dovuto constatare che la collaborazione dei DL nelle varie regioni non è stata molto costruttiva. Ma d’altra parte noi non possiamo avere con loro un rapporto diretto, ma solo tramite il nostro Distributore Nazionale. Per questo motivo nella seconda uscita del nostro prodotto editoriale, abbiamo inserito i nostri indirizzi e mail e telefonici ed abbiamo già provveduto personalmente a sostituire una decina di occhiali, in forza della garanzia prevista sul prodotto……… Riguardo la lunga “tempistica” di approvvigionamento, purtroppo le complicazioni sono molte: a partire dai tempi “biblici” del saldo delle vendite………Siamo comunque lieti che Lei abbia colto il positivo risvolto commerciale della nostra iniziativa (anche se a vantaggio di un altro fornitore) e se vorrà comunicarmi il Suo indirizzo, il codice edicola ed il DL che La serve, provvederemo ad inviarle le sostituzioni che ci vorrà chiedere, a titolo ovviamente gratuito”.

Continuando nella mail di “autorizzazione” alla pubblicazione: “Ovviamente può disporre di quanto Le ho scritto e di cui mi prendo ogni responsabilità, visto che sto imparando sulla mia pelle le difficoltà di inserimento in un mercato così “impenetrabile” dove il rapporto fra editori, Distributori Nazionali, DL e, finalmente, punti di vendita, è tormentato ed ostacolato da mille invisibili lacci e lacciuoli ( e ritorsioni commerciali). E dove alcuni DL (ma questo non lo pubblichi)……………….” Devo per correttezza interrompere qui ma anche il seguito è davvero interessante, garantisco.

100 maneras de matar una idea

100 maneras de matar una idea

Colgo l’occasione per ringraziare pubblicamente dell’attenzione e dell’intervento davvero interessante e chiarificatore che, come predetto, ho ritenuto importante riprendere come elemento di ulteriore dibattito rispetto ai temi su cui si fonda lo spazio che curo.

Lascio a voi la parola. Lunedì Martedì proporrò la mia visione ed i relativi commenti.

Lascia un commento

Archiviato in Comunicazione, Nuovi Prodotti Editoriali, Scenari Editoriali, Vendite Editoria

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...